I disturbi cervicali

La zona cervicale è uno dei punti più colpiti dal dolore nei soggetti sedentari: le statistiche dicono che più del 80% dei lavoratori sedentari, tra cui impiegati, operatori PC e studenti, soffre in modo persistente di dolori al collo, mal di testa, pesantezza e difficoltà nei movimenti proprio nell’area delle spalle. La causa principale è costituita dalla naturale tenenza a flettere il collo in avanti per diriger lo sguardo verso il piano di lavoro o il monitor. Inclinare il capo in avanti e in basso aiuta a svolgere meglio la propria attività, ma è dannoso per vertebre e muscoli del collo. In più l’assenza di cambiamenti di posizione e di variazione dell’attività dei muscoli cervicali costituisce il principale fattore scatenante.

LA SOLUZIONE: Mantenere in verticale l’asse collo schienaHÅG_Capisco_People_Interior_2013k
Mantenere il collo in una posizione più vicina alla verticale consente di sostenere il capo in equilibrio senza la necessità di intervento muscolare e ciò si traduce in un netto miglioramento dei problemi cervicali. Le sedute dinamiche evitano la postura a collo flesso in avanti e consentono di avvicinarsi al piano di lavoro per migliorare la visione. L’oscillazione soddisfa la naturale necessità di movimento della colonna e la contrazione e il rilasciamento ritmici dei muscoli del collo. Funge così da vera e propria ginnastica, prevenendo in tal modo l’insorgenza di numerosi disturbi,

Facebookpinterest