Shhhhh. Un po’ di silenzio!

Il rumore può rappresentare un problema anche per chi lavora in ufficio e diventare un pericolo per la salute, provocando molti disturbi, quali mal di testa, aumento della pressione sanguigna, vertigini, perdita del sonno, stress e altri ancora.
Le nuove tecnologie stanno innescando un cambiamento sul dove e come si lavora: le aziende progettano gli uffici privilegiando open space utili per favorire la condivisione delle informazioni e la collaborazione tra le persone.

Ma non tutti riescono a concentrarsi adeguatamente quando esposti a rumori di fondo come conversazioni, telefoni che suonano, rumori che arrivano da pc, stampanti, ecc.
Recenti ricerche hanno dimostrato che  rumori e distrazioni hanno un impatto negativo non solo sul benessere del lavoratore, ma soprattutto sulla produttività e sulla soddisfazione personale.
Un lavoratore diminuisce la sua produttività del 66% quando è esposto alla conversazione di un suo collega.  Inoltre, quando siamo affetti da questo fastidio uditivo assumiamo una posizione scorretta, cercando di proteggerci, allargando il danno anche alle spalle ed alla schiena.

Pannello acustico Soundwave Swell by Offecct.

I pannelli e i divisori acustici sono una soluzione interessante, che permette, senza mettere in atto costose opere murarie, di  migliorare sensibilmente il comfort ambientale riducendo e attenuando i rumori di conversazioni e telefoni che suonano e creando la privacy necessaria in ogni ambiente di lavoro. Ci sono diversi tipi di divisori, tutti personalizzabili: a pannello, a sospensione, con basamento oppure a muro.

Divisorio acustico Membrane by Offecct
Divisorio acustico Membrane by Offecct
L’articolo ha uno scopo puramente informativo e non intende sostituire il parere del medico o altro specialista della salute.

 

Facebookpinterest

Come organizzare la tua scrivania per lavorare meglio

La tua scrivania può essere in un ufficio, oppure puoi lavorare in home office, ma in ogni caso avere uno spazio organizzato e piacevole si rifletterà sul tuo lavoro.
Non c’è niente di peggio mentre lavori che fermarti per cercare qualcosa, perché non sai dove collegare il caricabatteria del telefono o semplicemente perché non hai più spazio dove appoggiarti.

Senza contare la postura che assumi, perché sembra strano, ma stare seduti a lungo è faticoso!
Cosa potresti fare quindi per lavorare meglio, e soprattutto in maniera più efficace e salutare?

HÅG Sofi & RBM Noor Up

1. Crea un ambiente piacevole e green
Basta poco, un pannello colorato dove appuntare le idee, qualche fotografia che ti ispiri ed una pianta.
Lavorare in un posto che ti piace è il primo passo verso il benessere.

2. Organizza il tuo spazio
Prova a far caso a quanto tempo perdi in una giornata a cercare una penna, quel raccoglitore che ti serve oppure il telefono che è finito sotto un mucchio di fogli.
Una barra multifunzione attrezzata semplifica la vita, facendoti trovare un posto per ogni cosa ed ogni cosa al suo posto. Ne esistono anche con la possibilità di agganciare il monitor, per liberare altro spazio sulla scrivania o con una lampada integrata per avere una luce perfetta sul tuo lavoro.

3. Cambia posizione spesso
Lavorare seduti è stancante. Perché quando sei seduto il tuo corpo è frenato, la schiena si incurva, i muscoli non si muovono, il peso grava sulle spalle, la circolazione ne risente.
Dovremmo quindi lavorare in piedi? Non proprio. La soluzione perfetta sarebbe poter alternare la posizione seduta a quella eretta, grazie ad un tavolo ad altezza regolabile.

4. Prenditi i tuoi tempi
Per quanto si possa essere concentrati ed impegnati a rispettare le scadenze, fate una pausa almeno ogni due ore.
Alzatevi e fate una passeggiata, o anche solo uscite sul balcone o in giardino per cambiare aria.
Staccate un momento per tornare a lavorare con una carica nuova.

5. L’importante è sedersi bene
Non sottovalutare l’importanza di una sedia ergonomica. Ce ne sono di diversi tipi (vedi qui), puoi trovare sicuramente quella che fa per te. Investire in una buona sedia ti farà risparmiare tempo (e denaro) in futuro.

Varier Variable
Facebookpinterest

Variable Monochrome series – edizione limitata

Movimento è una bella parola. Ci muoviamo con il corpo, ma possiamo muoverci anche con la mente. I movimenti cambiano lo stato delle cose.
Per celebrare 40 anni di storia e innovazione presentiamo la collezione Variable balans Monochrome Series.
Fin dagli anni 70, il designer industriale norvegese Peter Opsvik ha sviluppato un nuovo approccio al modo di sedersi, per dare più libertà al corpo.
L’originale sedia con appoggio delle ginocchia Variable balans ti offre i benefici di un movimento delicato e di una posizione di seduta naturale.

Ochre, Fern, Glacier, Stone e Oxide.
5 nuovi vibranti colori in edizione speciale e limitata, autenticati dalla firma del designer Peter Opsvik.
Scegli il tuo preferito.

Facebookpinterest

Il design funzionale

Gravity

design and people Il design spesso ignora i reali bisogni di chi utilizza un oggetto.
Parlando di sedie, che è il nostro campo, possiamo sacrificare il benessere all’estetica? La risposta di Varier è ‘assolutamente no’!
Le nostre sedie ergonomiche, per quanto ‘belle’ sono state progettate intorno al corpo umano.
Active sitting riassume la filosofia di un tipo di seduta sana e intelligente che assecondi il bisogno naturale di movimento del corpo. Le nostre sedie dondolano, oscillano e girano, mettendosi esattamente nella posizione in cui vuoi stare e mantenendo il tuo corpo sano e forte. Ogni giorno.

Ma in che modo questo modo particolare di sedersi influisce sul benessere?
E’ molto semplice: la seduta attiva stimola un movimento continuo, in qesto modo i muscoli restano attivi e meno tesi, devono ‘lavorare’ e vengono quindi rafforzati. La respirazione, grazie all’angolo aperto tra busto e gambe è migliorata quindi la circolazione del sangue è facilitata, aumentando la concentrazione e dando una sensazione di benessere al corpo e alla mente.

Il movimento è al centro dell’attività umana. Il movimento è il nutrimento del nostro corpo.

Facebookpinterest

Designer Saturday 2015

Lo scorso weekend Varier ha preso parte a Designer Saturday, un evento dedicato ad architetti ed interior designer che viene organizzato ad Oslo ogni 2 anni.
Una splendida occasione per presentare i nostri prodotti in un contesto di alto livello: quest’anno il temporary show room di Varier era nella cripta della Kulturkirken Jakob, proprio nel centro di Oslo._ds_0 _ds_1

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Facebookpinterest

Non chiamatele sedie!

Spesso ci chiedono ‘ma cosa hanno le vostre sedie di diverso dalle altre’? La risposta è molto semplice:
il nostro è un approccio olistico al mondo delle seduta e il risultato finale è più grande della somma delle sue parti.
Questo è il nostro modo di pensare e sviluppare i prodotti.grey clear_RBM_Twisted_Little_Star_RH_Lounge[ppt]
Partiamo sempre dalle nostre quattro caratteristiche fondamentali: qualità, ergonomia, tutela ambientale e visual design, che sono anche i nostri punti di forza.
Ecco che cos’è il design olistico: tenere sempre in considerazione tutti questi aspetti nello sviluppo di un prodotto. Rispondere a sfide particolare, esplorare opportunità, prendere decisioni. Unendo le parti si ottiene un tutto più grande. Un prodotto completo.
Håg disegna per le persone, per la loro giornata lavorativa, per il loro bisogno di movimento e di cambiamento. L’esperienza dell’utente, le sue esigenze, la soddisfazione e il comfort, sono sempre le nostre priorità principali. Perchè solo tu puoi chiudere il cerchio. E portare le nostre sedie alla vita.

Non vi abbiamo ancora convinto? Guardate cosa ha fatto l’artista Cecilia Hedlund su una Håg  Sofi.

Facebookpinterest

Rethinking Sitting – La filosofia di Peter Opsvik

Peter Opsvik è un designer industriale , formatosi alla Bergen College of Applied Art e allo State College of Applied Art di Oslo. Attualmente ha il suo studio di design a Oslo, dove collabora con un team di 7 colleghi.

Definirlo solamente un designer è fortemente riduttivo, in quanto per tutta la sua vita ha perseguito una nuova filosofia del modo di sedersi, tentando di andare oltre gli stereotipi, con le sue sedute non convenzionali.
Il suo lavoro mostra come le regole relative al mondo della seduta possano essere infrante.
Nel suo lavoro sullo sviluppo di soluzioni di seduta, Opsvik  non vedeva alcun senso nel cercare di creare ulteriori varianti su pezzi di mobili o oggetti tipici del design scandinavo già esistenti.
Invece, ha lavorato sulla creazione di nuovi prodotti destinati a rivoluzionare il modo di sedersi.
Sedie progettate per seguire il corpo umano in ogni movimento, per assecondarlo nella ricerca della postura più confortevole, vere espressioni del concetto di ergonomia.

PER RIPENSARE IL MODO DI SEDERSI, BISOGNA TORNARE ALLE ORIGINI
Per milioni di anni  la razza umana ha avuto una vita fisicamente attiva. Nel corso dei secoli più recenti, tuttavia, l’industrializzazione ha favorito la passività e il crescente predominio della postura seduta per sempre più persone.
Nella maggior parte dei luoghi di lavoro, delle istituzioni e delle abitazioni le sedie sono diventate pezzi di arredamento tutti uguali, o addirittura comprati in blocco con le altre attrezzature dell’ufficio.
Si è creato uno standard nella seduta senza possibilità di personalizzazione o variazione.

Nel suo libro RETHINKING SITTING, Peter Opsvik affronta la questione, domandandosi se questo sia effettivamente il meglio possibile per il corpo umano.

11351_Thatsit_balans.jpgNel corso degli anni, ogni studioso di ergonomia ha promosso la propria unica e sola “corretta” posizione seduta. E secondo Opsvik tutti loro avevano ragione. Tutte le posizioni consigliate sono buone, ma lui ha lavorato su quello che gli altri non avevano considerato: progettare sedie che permettano di assumere  il maggior numero di differenti posizioni di seduta possibili, per rendere più facile muoversi e cambiare frequentemente posizione. 

Facebookpinterest

La lana che arriva dal freddo

Tutto comincia dall’allevamento delle pecore, che pascolano libere nell’erba fresca e pulita di montagna. Grazie al particolare clima ed alle temperature fredde, le fibre della lana delle pecore norvegesi, sono protette naturalmente dall’aggressione di parassiti, dando come risultato filati più puri e che non necessitano di pesanti trattamenti chimici per la pulizia, come accade per la maggior parte delle altre fibre. Sempre grazie al metodo di allevamento e all’ambiente in cui gli animali vivono, la lana ricavata dalle nostre pecore sviluppa delle proprietà di isolamento maggiore, le fibre sono più flessibili, più morbide ed elastiche, ritornano sempre nella loro posizione originar

ia, incamerando più aria.
Per questo il tessuto che se ne ricava è più caldo e più traspirante, avendo maggiori proprietà di isolamento. Inoltre, per le nostre tessiture utilizziamo solo la lana più pregiata, ovvero quella della tosatura autunnale, effettuata dopo che l’animale ha beneficiato della purezza delle estati norvegesi.
Se ne ricava un prodotto, che rappresenta il giusto equilibrio tra morbidezza e robustezza.

La qualità di Røros Tweed
Røros Tweed produce manufatti di lana di alta qualità dal 1940, proseguendo una tradizione locale ormai centenaria. L’utilizzo di lana selezionata da pecore norvegesi, una  produzione interamente locale e la collaborazione con i più importanti designer ed artisti del tessile della Scandinavia, hanno fatto si che Røros Tweed diventasse il più importante e più conosciuto brand tessile della Norvegia.
I tessuti prodotti da Røros Tweed sono realizzati con macchinari all’avanguardia, ma Åker 12759crispettando la tradizione della cardatura e della tessitura, che contraddistingue la nostro produzione.
La lana viene intrecciata a due capi, con un controllo attento dello spessore del filo ricavato.
Possiamo garantire che i nostri prodotti hanno delle caratteristiche uniche.
Il nostro tessuto di lana repelle naturalmente lo sporco, è sufficiente spazzolare e sbattere regolarmente la coperta per mantenerla pulita. In caso di macchia, è preferibile cercare di rimuoverla,  senza lavare tutta la coperta, in quanto il tessuto tende a non assorbire lo sporco.

Facebookpinterest

Røros: dalle miniere alla manifattura laniera

La città mineraria di Røros è situata a circa 600 metri sopra il livello del mare e figura tra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.
Il rame scoperto nel diciassettesimo secolo portò ricchezza a pochi e mantenne nella povertà la maggior parte della popolazione. Quando il proprietario della miniera Peder Hiort morì nel 1789 tutte le sue ricchezze vennero fatte confluire in una fondazione, il cui scopo era quello di formare la popolazione più
povera verso la produzione tessile, oltre a fornire le materie prime per la produzione. La fondazione si impegnò ad acquistare tali prodotti tessili per poi donarli alla popolazione stessa in carità. Molto spesso i lavoratori stessi ricevevano in carità gli abiti da loro realizzati.
La volontà di Peder Hiort, descritto come uno dei maggiori benefattori nella storia scandinava, creò la tradizione della manifattura tessile che portò alla nascita di Røros Tweed. Elg 25009b

Røros Tweed produce manufatti di lana di alta qualità dal 1940, proseguendo una tradizione locale ormai centenaria.L’utilizzo di lana selezionata da pecore norvegesi, una produzione interamente locale e la collaborazione con i più importanti designer ed artisti del tessile della Scandinavia, hanno fatto si che Røros Tweed diventasse il più importante e più conosciuto brand tessile della Norvegia.

Oggi Røros Tweed è anche l’unico produttore di coperte in Scandinavia che garantisce un catena produttiva esclusivamente norvegese. 

 

Facebookpinterest

Classici del design contemporaneo

officeUna sedia Varier da carattere all’ambiente che la circonda. Il design che contraddistingue i  nostri prodotti è allo stesso tempo classico e particolare. Grazie al loro impatto visivo sono considerati dei veri e propri classici del design. Sono diventati in poco tempo degli esempi dell’originalità del design scandinavo in tutto il mondo, ricevendo diversi premi. Il nostro impegno è continuare a sviluppare nuovi prodotti, per continuare a dimostrare le nostre capacità di innovazione.

Come lo sgabello Move, che è  flessibile ed elastico come la nostra colonna vertebrale. Una sedia che asseconda i movimenti, grazie alla base basculante che segue il corpo in una miriade di posizioni. La seduta a sella, oltre a impedire di scivolare, consente di respirare meglio, e da sollievo alla colonna vertebrale, che ritrova la sua naturale postura, come nella posizione eretta.

Move  è versatilità pura e si adatta ad ogni utilizzo della vita quotidiana, in casa, nello studio, al lavoro o quando serve una sedia in più

Vuoi sapere tutto su Move? Scoprilo qui

Facebookpinterest