5 buoni propositi per il 2018

2018 calendario

Come sempre, a fine dicembre è tempo di bilanci (e bilance!!!) ed è tempo di pensare a come iniziare bene il nuovo anno.
Ricerche statistiche hanno dimostrato che ad inizio anno una persona su tre si propone di cambiare le proprie abitudini di vita in qualche modo.
I ‘buoni propositi’ più frequenti riguardano la salute e la dieta.
Si parte con slancio,  concentrati sugli obiettivi e poi .. complice un po’ di pigrizia, gli impegni che si accumulano.. diventiamo un po’ meno assidui nel seguire una routine di salute e benessere e difficilmente riusciamo  a mantenere i buoni propositi fatti per più di sei mesi.

LO STIMOLO POSITIVO!

Come possiamo quindi avere abitudini più sane, senza il pericolo di abbandonare il nostro piano alla prima giornata di pigrizia?
Prima di tutto è necessario darsi obiettivi concreti e perseguibili. E’ inutile programmare di partecipare ad una maratona, se il nostro allenamento fino ad oggi è solo spingere il carrello al supermercato!
Molto importante poi è avere uno stimolo positivo.
Investire su noi stessi ci ricorda l’impegno che abbiamo messo fino a quel momento, per raggiungere i nostri obiettivi.
Un investimento in salute e benessere ci permette di continuare a lavorare sui nostri obiettivi, in ogni momento della giornata.

A volte cambiare la sedia, può veramente cambiarti la vita. 

E questi sono i nostri buoni propositi per il 2018.
Speriamo diventino anche i tuoi

buoni propositi varier

Facebookpinterest

Il movimento è una regola di benessere.

Si sente molto parlare di “standing desk”, e della nuova tendenza in arrivo dagli Stati Uniti e già molto diffusa in Nord Europa di ‘lavorare in piedi.

Diversi studi scientifici hanno confermato che lavorare in piedi aiuta a mantenersi attivi per tutto il giorno, a facilitare la digestione e scongiurare la sonnolenza dopo la pausa pranzo.
L’attività metabolica aumenta, si bruciano più calorie e si è più attenti, con ripercussioni positive sul lavoro.
Senza contare il principale vantaggio, ovvero il minor carico su collo, spalle e schiena, che causa il ‘mal di schiena da scrivania’.

Ma come è possibile svolgere normali mansioni da ufficio stando in piedi?

Lo stare in piedi è in effetti una maniera molto semplicistica di approcciarsi a questo argomento.
Gli ‘standing desk’ sono in realtà tipi particolari di piani di lavoro, che permettono agli impiegati (e non solo), di svolgere la propria attività lavorativa alternando la posizione seduta a quella semieretta ed eretta, grazie alla possibilità di alzare ed abbassare, elettricamente o manualmente la scrivania o il tavolo da lavoro.

In realtà lavorare sempre in piedi è nocivo tanto quanto stare sempre seduti.
La posizione ottimale, non esiste.
Il movimento e la possibilità di cambiare facilmente posizione sono le chiavi del benessere.
Per questo motivo uno standing desk, deve essere affiancato da una sedia oppure uno sgabello ad altezza regolabile, che serva da supporto all’utilizzatore.

Uno standing desk sviluppa in pieno le sue potenzialità affiancato da un particolare sistema di seduta, definito ‘saddle chair’, cioè seduta a sella.

Il principio di base è proprio quello della sella equestre, che offre un angolo molto ampio tra tronco e gambe, intorno ai 135°, rispetto ai 90° delle sedie convenzionali.
Questa posizione permette di scaricare a terra buona parte del peso che graverebbe sull’area lombo-sacrale.
Si preserva così l’assetto fisiologico della colonna, come nella posizione eretta, mantenendo la comodità di una posizione semi-seduta e consentendo il
movimento, senza accusare alcuna fatica.
Le sedute con sistema Saddle Chair sono particolarmente adatte per attività
professionali dove forti sono le sollecitazioni alla schiena, come dentisti, operatori radiologici, assistenti alle poltrone, lavoratori di precisione, parrucchieri, estetiste. E soprattutto per tutte le postazioni di lavoro sedentarie, come per esempio i video terminalisti.

Movimento e variazione di posizione devono quindi essere le parole chiave
quando si progetta una postazione di lavoro, sia in un ufficio tradizionale che in home office.
L’utilizzo di tavoli ad altezza regolabile offre un’alternativa positiva alla tradizionale seduta statica, soprattutto se utilizzati con una seduta ergonomica specifica.

Facebookpinterest

Bentornati a scuola !?!

Sta per iniziare un nuovo anno scolastico e come sempre gli studenti troveranno ad attenderli  zaini pesanti  e sedie rigide e statiche, sulle quali passeranno molte ore.
Molti genitori sono preoccupati che queste posture scorrette e il peso che devono trasportare ogni giorno possano provocare disturbi e dolore alla schiena, se non danni veri e propri ai loro figli.
Fanno bene o male a preoccuparsi?  Le statistiche dicono che 5-6 adolescenti su 10 hanno sofferto una o più volte di mal di schiena. Quindi è giusto tenere conto di questo problema, soprattutto in questo periodo.

bambina al bancoPosture statiche o comunque forzate in posizioni non corrette, il peso dello zaino caricato sulle spalle per periodi prolungati, le lunghe ore passate fermi su banchi e sedie di scuola che raramente possono definirsi ergonomici ed una scarsa attività fisica possono causare mal di schiena,  disturbi muscolo scheletrici  e dolore alla cervicale nei ragazzi.

In che modo è possibile evitare che la scuola diventi un peso per gli studenti?
Il movimento è indispensabile in quanto  antidoto principale alla comparsa del mal di schiena e di eventuali problemi muscolo scheletrici nei bambini. L’attività fisica regolare è la prima e più importante forma di prevenzione insieme ad alcune attenzioni nel comportamento quotidiano,  che aiutano a vivere meglio le ore scolastiche e quelle di studio e  svago, che spesso i ragazzi passano in sedentarietà davanti alla televisione o al PC. Ma due ore alla settimana di ginnastica non sono sufficienti. Attività come correre nei prati, arrampicarsi sugli alberi, giocare a palla sviluppano le capacità motorie e coordinative.

Le nuove generazioni purtroppo, non sempre possono fare queste esperienze. I ragazzi passano molte ore seduti fermi al computer, a studiare e davanti alla televisione, costringendo il proprio corpo in posizioni statiche prolungate.
A questo punto è necessario trovare una soluzione diversa: continuare a mantenere il corpo in movimento anche da seduti.

Perché è così importante imparare sin da piccoli ad avere una postura corretta?
Il tipo di postura che assumiamo  è indicativo del modo di raffrontarci con lo spazio, le persone e gli oggetti che lo circondano.
L’atteggiamento posturale dà  indicazioni sia sulla salute fisica che sullo stato emotivo di una persona, descrive  l’organismo nella sua interezza, la consapevolezza del proprio corpo e la capacità di stare in equilibrio.
Stimolare nei bambini l’attenzione per come si muove il loro corpo e come lavora la loro colonna vertebrale, promuove  atteggiamenti positivi e una maggiore facilità ad assumere una corretta postura, rispondendo in maniera opportuna  alle sollecitazioni interne ed esterne.

Una posizione di seduta statica, con gambe a 90° rispetto al tronco, che obbliga a seguire la forma della sedia, invece di muoversi liberamente, a lungo andare può risultare dannosa per lo sviluppo della schiena ed esporre al rischio di mal di schiena, immediato o futuro.
Fin dai  6 o 7 anni possono manifestarsi i primi dolori, considerando che le cause del mal di schiena possono essere diverse, ma una postura scorretta mantenuta a lungo è fra le principali fonti di dolore alla colonna vertebrale.

 

 

 

 

 

Come si può contrastare il rischio di problematiche alla schiena nei bambini?
Se i vostri figli cercano di muoversi sulla sedia, non riescono a stare seduti fermi per più di 20 minuti, oppure mentre studiano o guardano la televisione  assumono strane posizioni..  stanno facendo la cosa giusta: la colonna vertebrale è progettata per il movimento e il fatto di tenerla ferma nella stessa posizione per un periodo prolungato  la danneggia. I bambini che si muovono molto sono quelli che, senza rendersene conto danno sollievo alle loro schiene. Preoccupatevi piuttosto quando, magari  giocando ad un videogioco, rimangono fermi per più di mezz’ora, con la schiena  incurvata in avanti ed il collo proteso.
Non esiste uno standard assoluto di postura corretta. La chiave del benessere della schiena è la possibilità di modificare liberamente la propria posizione sulla sedia; è quindi sempre preferibile non cercare di mantenere per ore una posizione, ma modificarla spesso.

Facebookpinterest

La vita sedentaria fa invecchiare prima

muoviti

Una recente ricerca dell’università di Padova ha stabilito un legame tra l’invecchiamento precoce e la vita sedentaria.
Semplificando molto, pare che la vita attiva sia legata alla produzione di una proteina essenziale. Quando la quantità di questa proteina cala, il nostro corpo risponde tramite un ormone che fa invecchiare la pelle, il fegato e l’intestino.

I danni che può causare la vita sedentaria al corpo sono be noti, a partire dall’aumento di peso, alla riduzione dell’attività vascolare e del metabolismo.
Ma è la prima volta che viene dimostrato che stare troppo tempo fermi e seduti fa invecchiare prima.

Per molte persone stare seduti tutto il giorno è un male necessario.
Passiamo molte ore seduti al lavoro, quindi perché non trasformare le ore di lavoro in occasioni di fare movimento?

Tavolo_4252Non è impossibile, basta avere la sedia ed il tavolo adatti.
Sedie ergonomiche, attive, che si muovono dolcemente rispondendo agli stimoli che arrivano dal tuo corpo, sgabelli innovativi che si alazano, si abbassano, ruotano e dondolano e ti consentono sempre una postura naturale, scrivanie e piani di lavoro ad altezza regolabile, prima seduto, poi in posizione semi eretta, fai movimento e nemmeno te ne accorgi.

Vuoi rimanere giovane e attivo? Cambia il tuo punti di vista sul modo di sederti.

FONTI:
sciencedaily
tg24.sky.it

Facebookpinterest

MOVE & GLOW

Lo sapevi che quando corri bruci 600 calorie all’ora?
E quando sei secalorieduto? Dipende da dove ti siedi.
Stando seduto in movimento sullo sgabello Move brucerai circa 1350 calorie in una settimana. L’equivalente di una corsa di 15 chilometri!

E con Glow possiamo dimostrarlo: Glow è il tracker di movimento studiato e realizzato con le più moderne tecnologie proprio per lo sgabello Move.
Collega il tuo Glow seguendo le istruzioni, posizionandolo sotto al sedile di Move e connetti il tuo dispositivo con la app.
Glow registrerà ogni movimento che farai seduto sullo sgabello Move e ti mostrerà visivamente la tua attività nella forma di un cerchio luminoso.attività glow
Più a lungo ti siedi su Move, più ti muovi. E più ti muovi più cresceranno i cerchi luminosi di Glow.
La app registrerà anche la durata dei periodi di seduta e il totale delle calorie consumate.
Controlla i tuoi progressi settimanali: i periodi di attività e le calorie consumate.
Lasciati ispirare dai messaggi motivazionali di GLOW, per continuare ed aumentare la sana abitudine al movimento
vuoi saperne di più? guarda il sito dedicato

hero-1600x1600CONOSCI GIA’ VARIER MOVE?
Una sedia, uno sgabello, un supporto per la posizione semieretta. Move è tutto quello che ti serve.
Move è flessibile ed elastico, come la nostra colonna vertebrale. Una sedia che asseconda i movimenti, grazie alla base basculante che segue il corpo in una miriade di posizioni.
La seduta a sella, oltre a impedire di scivolare, consente di respirare meglio, e da sollievo alla colonna vertebrale, che ritrova la sua naturale postura, come nella posizione eretta.
Move è versatilità pura e si adatta ad ogni utilizzo della vita quotidiana, in casa, nello studio, al lavoro o quando serve una sedia in più.
Leggero e facile da trasportare, grazie all’altezza regolabile è perfetto per adulti e per ragazzi

I VANTAGGI DELL’UTILIZZO DI MOVE
Migliora la circolazione. Il movimento da seduti aiuta ad avere una migliore circolazione sanguigna e di conseguenza migliora l’apporto di ossigeno, contribuendo a tenere la mente attiva.
Riduce le tensioni.  Il lieve movimento prodotto da Move, mentre sei seduto, tiene attivi i tuoi muscoli e previene tensioni muscolari e mal di testa.
Mantiene sana la tua colonna vertebrale. Con la posizione ‘in oscillazione’ di Move i tuoi muscoli sono sempre in movimento e la tua colonna assume la sua curvatura naturale, alleggerendo la pressione sui dischi.
Tiene in allenamento la tua schiena. Move ti incoraggia a muovere il tuo corpo per rinforzare i muscoli interni, in modo da avere una postura più corretta e una muscolatura più sana.
Move ti da il giusto supporto. La seduta attiva consentita dalla base oscillante e dal sedile a sella, ti offre il corretto supporto e la necessaria stabilità.
Move è versatile. Move ha l’altezza regolabile, non necessità di complicate regolazioni personalizzate ed è leggero. È adatto a bambini e adulti e si adatta facilmente a diverse situazioni

Facebookpinterest

Il movimento è amico del benessere

benessere

L’esercizio fisico è il modo migliore per stare in buona salute, ma l’impegno e la fatica possono scoraggiare. Ci sono però modi facili e persino piacevoli di fare movimento senza andare in palestra.

L’attività fisica stimola il benessere del corpo e contribuisce all’efficienza della mente. Rinunciarvi per ragioni di tempo o perché spaventati dalla motivazione richiesta da un allenamento strutturato e regolare significa privarsi di un metodo tra i più efficaci per mantenersi in forma e allungare la vita.

Non dimentichiamo poi il pericolo che la nostra vita troppo sedentaria, sia di cattivo esempio per i nostri baby pcfigli. Fin da piccoli, i bambini passano molto tempo, fermi, seduti o sdraiati. Vanno all’asilo o a scuola, spesso in macchina o con i mezzi pubblici, dove restano per molte ore.
Tornati a casa, fanno i compiti, guardano la tv e poi a cena. Praticamente non si muovono mai.

Il rischio maggiore è il sovrappeso al quale poi, se non si fa seguire una dieta equilibrata, si aggiunge ila possibilità che crescendo aumentino i valori di colesterolo e si innalzi la pressione arteriosa, predisponendo in età adulta a problemi cardiovascolari”.

Correre, camminare a passo veloce, nuotare, andare in bicicletta sono tutte ottime attività, considerando che non tutti riescono a frequentare una palestra, sia perché lo stile di vita e l’organizzazione delle proprie giornate non lo consente, sia per questioni economiche.

Correre e camminare sono attività low cost che si possono svolgere tutti insieme in famiglia, anche chi abita in città può raggiungere un parco o uno spazio verde.

Bastano poche ore alla settimana per migliorare la propria qualità della vita e quella di tutta la famiglia.

Facebookpinterest

La sua schiena è pronta per tornare a scuola?

back to school

Durante il percorso scolastico un bambino passa almeno 15mila ore dietro un banco. Ma spesso la sedia su cui si appoggia non è adatta e gli procura dolore alla schiena.
Recenti ricerche hanno evidenziato che i danni posturali alla colonna vertebrale, dovuti a posizioni scorrette, iniziano nella pubertà e che, se non corrette entro i primi 10 anni di vita, sono difficilmente trattabili successivamente. Questa fase della crescita ha quindi un’importanza decisiva per la salute futura dei ragazzi.
Per questo motivo è fondamentale che i ragazzi siano messi nelle condizioni di sedersi nel modo corretto durante le attività di studio e di gioco.

Le posture statiche sono dannose per tutti, ma in modo particolare per i bambini e gli adolescenti per i quali il movimento assume una funzione ancora più importante.
Attività come correre nei prati, arrampicarsi sugli alberi, giocare a palla sviluppano le capacità motorie e coordinative. I ragazzi purtroppo, passano molte ore seduti fermi al computer, a studiare e davanti
alla televisione, costringendo il proprio corpo in posizioni statiche prolungate.

Una posizione seduta, mantenuta a lungo, provoca fastidio, affaticamento e spossatezza.
Respirare profondamente migliora la circolazione e influisce positivamente sulla stanchezza mentale. Alleggerendo il peso sulla colonna vertebrale e ampliando l’angolo tra busto e cosce, le sedute Varier migliorano la respirazione, con il risultato di una maggiore capacità di concentrazione.
Studiare diventa meno faticoso!

varier kids

Facebookpinterest

Il nostro stile di vita sta cambiando il nostro aspetto?

evoluzione

I nostri antenati primitivi avevano braccia forti per arrampicarsi sugli alberi. Con il passare dei secoli, abbiamo sviluppato una maggiore muscolatura delle gambe, che erano il nsotro principale mezzo di trasporto.
I grandi cambiamenti nel nostro stile di vita hanno portato ad una evoluzione fisiologica. Ma questa evoluzione sta continuando? Quali muscoli si potenzieranno e quali invece diventeranno sempre più fiacchi a causa delle nostre abitudini?

Il nostro modo di vivere cambia così velocemente che il nostro fisico non riesce a stare al passo.
Ma siamo sicuri che vogliamo che il nostro corpo si adatti?
Il movimento minimo e ripetitivo che facciamo usando il mouse di un computer o scorrendo le pagine su undito indice tablet è sufficiente per mantenere il nostro fisico in buone condizioni, oppure in futuro avremo solamente un dito indice molto sviluppato e tonico?

Possiamo ragionevolmente pensare che gli sviluppi della tecnologia incoraggino uno stile di vita più attivo? Crediamo proprio di no!
Quindi per chi si è evoluto in HOMO SEDENS*, quali possono essere le soluzioni?

1. passare meno tempo seduti
2. Introdurre la possibilità di muoversi e di cambiare posizione nel proprio modo di sedersi.

Perchè muoversi?

I nostri muscoli sono strutturati per un uso dinamico e non per stare fermi.
Se dobbiamo rimanere fermi per un lungo periodo, sentiamo subito una sensazione di disagio, questo perchè i muscoli inattivi mandano segnali di allarme al sistema nervoso centrale, in quanto uno dei nostri bisogni primari non è soddisfatto, causando, per esempio, un rallentamento della circolazione sanguigna. Quindi perchè muoversi? La risposta è semplice: quando abbiamo la possibilità di stare fermi, non lo facciamo.
Possiamo camminare per ore, ma sentirci stanchi dopo solo pochi minuti fermi in piedi. Tendiamo a fare qualche passo o a spostare il peso da una gamba all’altra.
Anche la posizione più comoda, diventa fastidiosa se mantenuta a lungo.

 Siete pronti a ripensare il vostro modo di sedervi?

variable
*persona che passa gran parte della sua giornata seduto.

Facebookpinterest

Non chiamatele sedie!

Spesso ci chiedono ‘ma cosa hanno le vostre sedie di diverso dalle altre’? La risposta è molto semplice:
il nostro è un approccio olistico al mondo delle seduta e il risultato finale è più grande della somma delle sue parti.
Questo è il nostro modo di pensare e sviluppare i prodotti.grey clear_RBM_Twisted_Little_Star_RH_Lounge[ppt]
Partiamo sempre dalle nostre quattro caratteristiche fondamentali: qualità, ergonomia, tutela ambientale e visual design, che sono anche i nostri punti di forza.
Ecco che cos’è il design olistico: tenere sempre in considerazione tutti questi aspetti nello sviluppo di un prodotto. Rispondere a sfide particolare, esplorare opportunità, prendere decisioni. Unendo le parti si ottiene un tutto più grande. Un prodotto completo.
Håg disegna per le persone, per la loro giornata lavorativa, per il loro bisogno di movimento e di cambiamento. L’esperienza dell’utente, le sue esigenze, la soddisfazione e il comfort, sono sempre le nostre priorità principali. Perchè solo tu puoi chiudere il cerchio. E portare le nostre sedie alla vita.

Non vi abbiamo ancora convinto? Guardate cosa ha fatto l’artista Cecilia Hedlund su una Håg  Sofi.

Facebookpinterest