Capisco Puls, l’evoluzione del modo di sedersi

capisco puls
  • capisco puls

Seduti su una HÅG Capisco Puls sperimenterete grande libertà di movimento, la possibilità di cambiare posizione e un modo naturale di sedersi.
HÅG Capisco Puls ti permette di stare seduto a lungo senza stancarti, grazie alla leggera oscillazione controllata che partendo da un punto di equilibrio segue i movimenti del tuo corpo.
E’ il corpo che controlla la sedia, decidendo quando spostarsi o quando rimanere fermo in una posizione.
capisco pulsLa seduta a sella permette di scaricare a terra buona parte del peso e di preservare l’assetto fisiologico della colonna vertebrale.
La forma dello schienale poi offre grande libertà alle spalle ed alle braccia e garantisce allo stesso tempo il corretto sostegno alla schiena.

Quando Peter Opsvik disegnò la prima versione di HÅG Capisco nel 1984, era sua intenzione superare le abitudini di seduta stereotipate con soluzioni non convenzionali.

Molti esperti in ergonomia cercarono di definire quale fosse la postura di seduta corretta. il contributo di Peter Opsvik è stato quello di creare prodotti che lasciano spazio a diverse posture, tutte sulla stessa sedia.
La popolarità di Capisco ha continuato a crescere, fino a diventare una delle sedie operative più famose e più vendute in Europa.

PERCHE’ SCEGLIERE CAPISCO PULS
poster-ergonomia-hag-700x1000-bassaCapisco Puls è una versione più leggera e giovane di Capisco, della quale mantiene ogni funzionalità e caratteristica ergonomica. Completamente in plastica colorata, ha un cuscinetto integrato nel sedile per maggiore comfort.
E’ una sedia perfetta per un ufficio dinamico, dove non si passa molto tempo seduti. Per un home office oppure per la camera dei ragazzi.
E’ molto facile da regolare (l’altezza e la profondità del sedile e l’altezza dello schienale sono regolabili) per adattarla al proprio corpo ed avere il giusto sostegno proprio dove serve.
Lo schienale ed il sedile oscillano dolcemente ad ogni movimento del tuo corpo (anche la tensione dell’oscillazione è regolabile ed il meccanismo può essere bloccato), per mantenere sempre la dinamicità della colonna vertebrale e dei muscoli.
La forma particolare del sedile a sella, permette di tenere una postura naturale, con angolo aperto tra il busto e le gambe, che facilita la respirazione e quindi migliora la circolazione del sangue.
Il risultato è un livello di concentrazione prolungato, ed una maggiore capacità di attenzione.
Inoltre Capisco Puls è disponibile in otto diversi colori: nero, rosso, bianco, grigio, rosa quarzo, verde azzurro, blu petrolio e beige.
Capisco Puls, fatta proprio per te.
Trova e scegli la tua Capisco Puls preferita su ergonomio.it

Facebookpinterest

Mettetevi comodi!

Invite red
Varier green Date
Varier Date

Nel corso della giornata, sono davvero numerose le occasioni nelle quali ci ritroviamo seduti su una sedia.
Allora, tanto vale prendersela comoda! Ma cosa significa “comodità”? Oggi alcuni produttori promuovono il comfort delle loro sedie senza aver condotto test ergonomici e senza fornire una prova di ciò che affermano. O, peggio ancora, vendono l’originalità, la ricercatezza o il minimalismo del loro design, senza curarsi dei possibili danni che una seduta scorretta può causare a chi la utilizza per lungo tempo.
Anche tra le normali sedie da tavolo o da soggiorno, però, esistono soluzioni in grado di coniugare l’ergonomia con l’estetica, per soddisfare tanto l’occhio quanto la colonna vertebrale.
Attenzione quindi: non esiste vero design senza una piena funzionalità.

Invite family
Varier Invite

Spesso però siete irrequieti, vi appoggiate al tavolo, poi allo schienale, senza trovare la posizione di relax.
L’ergonomia si può quindi applicare anche alle sedie dining? Certo!
Date e Invite, le sedie dining Varier dispongono di un meccanismo di oscillazione nascosto nella struttura che genera un leggero dondolio ogni volta che spostate il peso sulla sedia.
Rimanete in movimento senza accorgervene, dando sollievo alla colonna vertebrale.
L’espressione più concreta del design funzionale: sedie eleganti, leggere, facilmente adattabili a tavoli diversi grazie agli innumerevoli tessuti disponibili e in più il vantaggio di un comfort ineguagliabile.
Rischiate solo che le vostre cene durino fino a notte fonda!

Facebookpinterest

Il design funzionale

Gravity

design and people Il design spesso ignora i reali bisogni di chi utilizza un oggetto.
Parlando di sedie, che è il nostro campo, possiamo sacrificare il benessere all’estetica? La risposta di Varier è ‘assolutamente no’!
Le nostre sedie ergonomiche, per quanto ‘belle’ sono state progettate intorno al corpo umano.
Active sitting riassume la filosofia di un tipo di seduta sana e intelligente che assecondi il bisogno naturale di movimento del corpo. Le nostre sedie dondolano, oscillano e girano, mettendosi esattamente nella posizione in cui vuoi stare e mantenendo il tuo corpo sano e forte. Ogni giorno.

Ma in che modo questo modo particolare di sedersi influisce sul benessere?
E’ molto semplice: la seduta attiva stimola un movimento continuo, in qesto modo i muscoli restano attivi e meno tesi, devono ‘lavorare’ e vengono quindi rafforzati. La respirazione, grazie all’angolo aperto tra busto e gambe è migliorata quindi la circolazione del sangue è facilitata, aumentando la concentrazione e dando una sensazione di benessere al corpo e alla mente.

Il movimento è al centro dell’attività umana. Il movimento è il nutrimento del nostro corpo.

Facebookpinterest

Wing e Multi, flessibilità in movimento

multi blu

Le sedute Balans sono caratterizzate dall’angolo di seduta e dalle slitte curvate che permettono un movimento oscillante.
Alcune persone, hanno necessità particolari, che non possono essere soddisfatte da una sedia che dondola.
Per quanto la nostra filosofia sia il movimento sempre, anche da seduti, abbiamo la soluzione anche per questo tipo di esigenza: MULTI e WING.

Entrambi hanno ruote per spostarsi più agevolmente e un sedile regolabile in altezza, Wing con un pistone a gas, e Multi grazie ai diversi punti di appoggio della struttura.
Molto apprezzati da chi fa lavori di precisione, e anche da parrucchieri, estetiste e manicure, professioni dove la sollecitazione dei muscoli delle spalle e della schiena è pesante e che richiedono di mantenere la stessa posizione a lungo.

multi neroUna particolarità di Multi è che grazie alla regolazione dell’angolo di seduta, può alleviare in maniera sensibile la pressione sui dischi vertebrali: più l’angolo è acuto, minore sarà la pressione. Godetevi i vantaggi offerti dalla postura eretta e dinamica della spina dorsale e dall’equilibrio della parte superiore del corpo.
Questa attività impercettibile irrobustisce i muscoli centrali e riduce le tensioni sul collo e le spalle. L’angolo aperto tra la parte superiore e quella inferiore del corpo favorisce la respirazione profonda e migliora la circolazione.
In più MULTI si chiude, occupando poco spazio quando non è utilizzato e facilitando il trasporto.

Anche se le cinque ruote la fanno assomigliare ad una normale sedia da ufficio, le analogie finiscono qui, wing tealperché tutti i dettagli di Wing  hanno lo scopo di aumentare la vostra produttività. Le ruote flessibili le consentono di adeguarsi al peso del corpo, con inclinazioni che favoriscono un costante cambiamento di postura.

Facebookpinterest

Ergonomica, pratica, bella.

CApisco Puls

Spesso il concetto di sedia ergonomica fa pensare a qualcosa di macchinoso, goffo, pieno di leve e manopole. Una sedia ‘sana’ ma per niente ‘bella’.
Anche in questo caso, è necessario cambiare la nostra prospettiva, e soprattutto di cambiare il nostro modo di sedersi.

ufficio-ergonomico-migliora-la-tua-posturaIl mercato della seduta ergonomica è stato dominato per molto tempo da sedie molto importanti, con un aspetto serio e un prezzo di altissima gamma.
Capisco Puls ha cambiato lo stato delle cose con una piccola, grande rivoluzione.
Una sedia studiata in ogni particolare, dalla seduta a sella che permette di scaricare a terra buona parte del peso che altrimenti graverebbe sulla colonna vertebrale, allo schienale che offre grande libertà alle spalle ed alle braccia, sostenendo nello stesso tempo la schiena.
Un complemento alla propria postazione di studio o lavoro, certificata secondo le più restrittive normative internazionali e, unica nella categoria, con una certificazione ergonomica e garantita 10 anni.

Ma Capisco Puls non è solo ‘sana’ è anche ‘bella’.
Elegante in nero, grigio o nel nuovissimo modello total white, si adatta a uffici di stile. Nella versione colorata rossa, gialla o azzurra è perfetta per un ambiente giovane e dinamico, oppure per la camera dei ragazzi.
Tutto questo ad un prezzo incredibile.
HÅG e Capisco Puls mettono l’ergonomia alla portata di tutti. E la colorano di nuovo.

 

capisco puls
Red & Light Blue

capisco puls
White Edition
Facebookpinterest

Come scegliere una sedia ergonomica – 2. la seduta a sella

IL SISTEMA SADDLE CHAIR

Ci sono attività normalmente svolte in piedi, dal lavoro in catena di montaggio alla semplice stiratura di una camicia, che possono essere svolte in modo ancora più efficiente e senza ripercussioni sulla schiena utilizzando un particolare sistema di seduta, definito “saddle chair”. Il principio di base è proprio quello della sella equestre, che offre un angolo molto ampio fra tronco e gambe, intorno ai 135°, rispetto ai
90° delle sedie convenzionali. Questa posizione permette di scaricare a terra buona parte del peso che graverebbe sull’area lombo-sacrale. Si preserva così l’assetto fisiologico della colonna, come nella posizione eretta, mantenendo la comodità di una posizione semi-seduta e consentendo il
movimento, senza accusare alcuna fatica. Le sedute con sistema Saddle Chair sono particolarmente
adatte per attività professionali in campo sanitario dove forti sono le sollecitazioni alla schiena (dentisti, operatori radiologici, assistenti alle poltrone).

HÅG_Capisco_People_Interior_2013kLo sgabello Varier Move per esempio, asseconda i movimenti grazie alla base basculante che segue il corpo in una miriade di posizioni.La seduta a sella impedisce di scivolare, consentendo soprattutto, di respirare meglio, concentrarsi e dare sollievo alla colonna vertebrale.
HÅG Capisco è una seduta a sella completa di schienale, perfetta per chi trascorre molte ore seduto alla scrivania. Studiata per una seduta attiva, facilita ogni tipo di postura e mantiene un movimento essenziale e salutare del corpo, permettendo i passare con facilità dalla posizione seduta a quella semieretta.

Facebookpinterest

Come scegliere una sedia ergonomica – 1. il sistema balans

L’ergonomia ha fatto molti passi avanti negli ultimi anni ed è in grado di stabilire alcuni parametri fondamentali nella scelta di una sedia realmente confortevole. Essa dovrà favorire il movimento e il cambio di posizione, dando il giusto sostegno alla colonna vertebrale, per non sottoporre la zona lombare a carichi statici prolungati. Per una postura corretta, è poi importante assicurare un’angolazione ottimale fra gli arti inferiori ed il tronco. Ciò è possibile soltanto se lo schienale e il piano di seduta mantengono un assetto costante tra loro. Sono quindi sconsigliabili quelle sedute con il solo schienale reclinabile, che possono indurre ad assumere posizioni non corrette.

Multi_balans_Teal_FA7059-Natural_lacquered_beech-Pack_a3IL SISTEMA BALANS®
Nel trattamento delle disfunzioni posturali, il primo obiettivo è migliorare la distribuzione dei carichi. Il sistema di seduta balans®, grazie all’asse di seduta leggermente inclinato in avanti e all’appoggio delle ginocchia, amplia l’angolo fra le gambe e il tronco. Viene così ridotto il peso che grava sulla schiena, scaricandolo sulle ginocchia e sui piedi. Ecco perché è possibile rimanere seduti più a lungo senza avvertire la fatica. La base basculante favorisce inoltre il movimento e permette di assumere differenti posture lasciando sempre la colonna vertebrale in assetto fisiologico, con benefici sia per l’apparato respiratorio, sia per quello circolatorio. Le sedute con sistema balans® sono
particolarmente indicate per i ragazzi (Variable™, Multi™ e Thatsit™), sia per lo studio che per il gioco.

Facebookpinterest

Rethinking Sitting – La filosofia di Peter Opsvik

Peter Opsvik è un designer industriale , formatosi alla Bergen College of Applied Art e allo State College of Applied Art di Oslo. Attualmente ha il suo studio di design a Oslo, dove collabora con un team di 7 colleghi.

Definirlo solamente un designer è fortemente riduttivo, in quanto per tutta la sua vita ha perseguito una nuova filosofia del modo di sedersi, tentando di andare oltre gli stereotipi, con le sue sedute non convenzionali.
Il suo lavoro mostra come le regole relative al mondo della seduta possano essere infrante.
Nel suo lavoro sullo sviluppo di soluzioni di seduta, Opsvik  non vedeva alcun senso nel cercare di creare ulteriori varianti su pezzi di mobili o oggetti tipici del design scandinavo già esistenti.
Invece, ha lavorato sulla creazione di nuovi prodotti destinati a rivoluzionare il modo di sedersi.
Sedie progettate per seguire il corpo umano in ogni movimento, per assecondarlo nella ricerca della postura più confortevole, vere espressioni del concetto di ergonomia.

PER RIPENSARE IL MODO DI SEDERSI, BISOGNA TORNARE ALLE ORIGINI
Per milioni di anni  la razza umana ha avuto una vita fisicamente attiva. Nel corso dei secoli più recenti, tuttavia, l’industrializzazione ha favorito la passività e il crescente predominio della postura seduta per sempre più persone.
Nella maggior parte dei luoghi di lavoro, delle istituzioni e delle abitazioni le sedie sono diventate pezzi di arredamento tutti uguali, o addirittura comprati in blocco con le altre attrezzature dell’ufficio.
Si è creato uno standard nella seduta senza possibilità di personalizzazione o variazione.

Nel suo libro RETHINKING SITTING, Peter Opsvik affronta la questione, domandandosi se questo sia effettivamente il meglio possibile per il corpo umano.

11351_Thatsit_balans.jpgNel corso degli anni, ogni studioso di ergonomia ha promosso la propria unica e sola “corretta” posizione seduta. E secondo Opsvik tutti loro avevano ragione. Tutte le posizioni consigliate sono buone, ma lui ha lavorato su quello che gli altri non avevano considerato: progettare sedie che permettano di assumere  il maggior numero di differenti posizioni di seduta possibili, per rendere più facile muoversi e cambiare frequentemente posizione. 

Facebookpinterest

Perchè scegliere Varier? Ditecelo voi! Variable

varier variable

I prodotti Varier sono creati sulla base delle esigenze di persone come te.
Leggi cosa ne pensa chi utilizza le sedie ergonomiche ogni giorno.
Vuoi dirci anche tu cosa ne pensi? scrivi a info@varier.it

Luca – 33 anni
Personalmente ho preso questa sedia perchè iniziavo ad essere fortemente scontento delle tradizionali sedie da ufficio, anche se abbastanza ergonomiche. Oltre a questo, ad essere sincero, la filosofia del brand Varier mi ha molto catturato, sia per l’attenzione al progettare prodotti pensati sul nostro corpo che per la sua eco sostenibilità, le strutture in legno, i colori, sobri o molto frizzanti a seconda del proprio gusto. Una sorta di “rottura”, insomma, con il classico e asettico arredamento di ufficio.

Nella mia scelta la Variable balans è stata per giorni contesa con la sorella maggiore Thatsit. Alla
fine, dopo ripetute prove e verificato che della Thatsit non avrei sfruttato le regolazioni disponibili
poiché mi trovavo, in sostanza, a settarla esattamente come la variable, ho optato per questa.
Non nego che nella scelta ha giocato un po’ a favore anche per il fattore economico, dato che, pur
trovandola, di primo acchito, molto comoda, la struttura a pattini era per me una novità da testare
sul lungo periodo.
Ebbene, col senno di poi, non mi sono per nulla pentito della scelta, anzi.
In verità, tornassi indietro, forse prenderei la Thatsit, ma solo ed esclusivamente per la sua
maggior solidità (legni più larghi e spessi) e dato che il mio iniziale dubbio sulla struttura a pattini è
sparito nel giro di pochissimo.
Io, comunque, ho preso la versione di Variable con schienale, in seguito completata anche con il
cuscino coordinato, non disponibile al tempo del mio acquisto.Variable_back_natural_black_FA0999_side
La uso ormai quotidianamente da due anni e mi ha molto giovato! Inizialmente alcuni avvertono
una sorta di “necessità di adattamento” alla seduta dinamica, Beh, io no, semmai il contrario. Nel
giro di tre giorni, infatti, ho iniziato ad avere una sensazione di disagio a sedermi sulle tradizionali
sedute statiche, fatto che mi ha poi portato a prendere altri modelli di sedie Varier anche per casa.
Il montaggio della sedia è veramente rapido e facile, solo lo schienale può dare qualche
grattacapo, ma nulla di che.
Le imbottiture sono confortevoli, si apprezza subito la differenza rispetto ad altri prodotti disponibili
sul mercato a prezzi inferiori. L’appoggio tibiale (o ginocchio a seconda della propria comodità) è
morbido e non stanca, idem la seduta. Lo schienale, più che uno schienale come lo si intende in
senso tradizionale, è una sorta di supporto che aiuta a mantenere la corretta postura, dato che,
praticamente, non ci si appoggia, se non nei momenti in cui ci si mette in posizione relax.
Le sedute possibili sono varie. Con gli appoggi tibiali, senza, con un solo appoggio, in relax
poggiati sullo schienale, o anche al contrario. Sono tutte comode e la varietà offerta è molto
importante, poiché permette di cambiare posizione e di non stancarsi.
Il solo difetto della sedia a mio avviso, comune anche alla Thtsit, è la mancanza di regolazione
verticale, fatto che implica due cose:
1) Necessita di avere il tavolo all’altezza giusta
2) Possibilità di poterlo regolare.
La mia scrivania, sinceramente, era un pò bassa, ma ho agevolmente risolto il problema alzandola
il necessario.
La sedia richiede pochissima manutenzione, per non dire zero. Personalmente dò solo una
controllata alle viti di tanto in tanto e, all’occorrenza, le tiro un pò.
A livello posturale ho avuto molto beneficio, sia diretto che indiretto. Diretto in quanto i dolori da
seduta sono pressoché spariti, indiretto perché anche quando mi siedo su altre sedie sto in
posizione più corretta.
Non cambierei questa sedia se non per un altra Varier con le stesse (o migliori) caratteristiche.

Facebookpinterest