Design Italiano per il nuovo Museo di Arte Moderna di Oslo

Il prossimo 29 settembre verrà inaugurato nel quartiere Tjuvholmen  di Oslo il nuovo  Museo di Arte Moderna Astrup Fearnley che porta la firma italiana di RPBW – Renzo Piano Building Workshop in collaborazione con gli architetti norvegesi Narud, Stokke e Wiig.

Il progetto del nuovo museo si compone di due edifici, uno che ospiterà le esposizioni temporanee e uno per la collezione permanente del museo che vanta opere di artisti come Andy Warhol, Damien Hirst, Jeff Koons, Charles Ray, Richard Prince, Matthew Barney, Bruce Nauman, Robert Gober e Cindy Sherman.

I tratti distintivi dell’architettura di Renzo Piano sono presenti anche in questo progetto, forme curve e morbide che si armonizzano con il paesaggio spingendosi fino al mare e grandi vetrate che conferiscono luminosità e leggerezza,

Parte integrante del complesso dove sorge il museo sarà un percorso che offre un contatto diretto con il mare e con la natura, un’esperienza di conoscenza sensoriale. Tra il museo e il mare ci sarà un parco di sculture protetto dal vento e dalle onde, che sarà aperto a grandi e bambini, che potranno giocare e nuotare in armonia con la natura.

Passeggiare nell’area di Tjuvholmen nata dalla ristrutturazione dei vecchi moli è come percorrere un sentiero nell’architettura europea contemporanea. Qui si alternano varie espressioni architettoniche e gli edifici si mescolano con gli spazi esterni, per creare aree di incontro.

La ristrutturazione del quartiere, nei vari anni ha visto l’intervento di grandi architetti norvegesi e danesi ai quali si aggiunge ora un tocco d’Italia grazie all’architetto Renzo Piano.

 

Facebookpinterest